18.3 C
Ancona
domenica, Settembre 26, 2021

Matteo Ricci dopo l’assalto No-Vax: “Dato mandato al mio avvocato di denunciare tutti”

di Redazione, #Pesaro

“Ho dato mandato all’avvocato per denunciare tutti”, così il Sindaco di Pesaro Matteo Ricci il giorno dopo la manifestazione no-vax sotto casa sua. “Inammissibile” continua Ricci “che vengano a manifestare sotto casa del sindaco, violando la mia libertà personale e della mia famiglia e spaventando i miei figli”.

Ricci ha definito i manifestanti “squadristi e vigliacchi” aggiungedo “perché io a casa non c’ero”. Ha poi concluso “Spero che il ministro Lamorgese prenda provvedimenti. Se volevano intimidirmi hanno ottenuto l’effetto contrario”.

Individuare i responsabili non dovrebbe essere difficile. I social sono pieni di foto e video, così così molti quotidiani; uno dei promotori a capo del movimento #ioapro ha pubblicato storie su Instagram, girate proprio di fronte al portone del Sindaco Ricci in quella che sempre più sembra un’azione sconsiderata agita sull’onda del movimento. Ricci denuncia  anche intimidazioni: “Per quasi 40 minuti sono stati sotto casa mia, suonando il campanello, senza che nessuno sia intervenuto”.

Sulla vicenda interviene anche il presidente del Consiglio comunale Marco Perugini nel condannare il corteo non autorizzato che ieri ha manifestato sotto casa del sindaco Matteo Ricci che si dice “indignato e preoccupato. Quanto accaduto è inaccettabile. È stata un’azione irresponsabile, con assembramenti di decine di persone senza mascherina. Un corteo non autorizzato che si è fatto beffa del confronto democratico e delle basilari regole di convivenza civile. La fiducia dei cittadini passa anche attraverso la sicurezza del nostro primo cittadino, per questo mi auguro che i responsabili vengano perseguiti e puniti. È inaccettabile per una città come Pesaro e per un Paese come il nostro, che si consentano situazioni del genere in cui si dà spazio a esaltati e facinorosi permettendo loro di arrivare sotto casa del sindaco. Disapprovazione, anche per “come è stato gestito l’ordine pubblico: si è permesso al gruppo di manifestanti di intimidire e spaventare la famiglia del primo cittadino urlando e suonando il campanello dell’abitazione privata. Una situazione che non deve più accadere. Dobbiamo prendere le distanze da tutti coloro che erano presenti a questa manifestazione. In questo momento abbiamo bisogno di fiducia e di speranza, di invitare le persone a vaccinarsi, per uscire il prima possibile da questa crisi sanitaria, economica e sociale» ha concluso il presidente del Consiglio comunale”.

 

(29 luglio 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 



POTREBBERO INTERESSARTI

SEGUITECI

4,656FansMi piace
2,370FollowerSegui
119IscrittiIscriviti
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: