PubblicitàPetShopStore 2023 Promo
15.5 C
Ancona
16.7 C
Roma
Pubblicità
Pubblicità
HomeMacerataMacerata. Intitolato a Pino Brizi lo stadio Helvia Recina

Macerata. Intitolato a Pino Brizi lo stadio Helvia Recina

GAIAITALIA.COM CENTROITALIA anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Stadio comunale Helvia Recina “Pino Brizi”. Da oggi l’impianto sportivo più importante della città porta il nome di una delle bandiere del calcio biancorosso e della Fiorentina con cui si laureò campione d’Italia nella stagione 1968/69.

A sancire la volontà dell’Amministrazione comunale, di intitolare l’Helvia Recina al “signore del calcio”, una targa a ricordo che è stata scoperta oggi pomeriggio nel corso di una cerimonia cui hanno preso parte il sindaco, gli assessori allo Sport e ai Lavori pubblici, Gianluca Brizi figlio di Pino Brizi, Alberto Crocioni presidente della SS Maceratese 1922 e l’ex direttore sportivo della squadra biancorossa Giancarlo Nascimbeni. Presenti anche le autorità civili e militari e i rappresentanti dell’ampio mondo sportivo cittadino e non.

In tanti hanno voluto essere presenti, dalle vecchie glorie biancorosse a una delegazione del Museo Fiorentina guidata dal presidente David Bini, ai tifosi, agli amici e ai cittadini comuni, a testimoniare l’eredità che Pino Brizi ha lasciato.

L’Amministrazione comunale, oltre ad aver sottolineato le motivazioni che hanno portato ad omaggiare Brizi con l’intitolazione dello stadio cittadino, ha ricordato come egli abbia contribuito a dare lustro alla città di Macerata da dove era partito per arrivare a toccare le alte sfere del calcio nazionale. Rammentate da tutti le sue doti sportive, che gli sono valse un palmares di tutto rispetto e l’entrata alla Hall of Fame Viola edizione 2012, ma anche quelle umane e quale esempio Brizi possa essere per i giovani che si stanno affacciando al mondo del calcio e dello sport in generale.

L’intitolazione a Brizi, soprannominato anche “Beckenbauer viola” per il ruolo di libero che ricoprì ricordando le caratteristiche del calciatore tedesco Franz Beckenbauer il suo ruolo di libero, coincide con l’investimento che l’Amministrazione ha fatto nello stadio per farlo tornare ad essere un gioiello grazie ai lavori di riqualificazione che inizieranno a maggio

Al termine della cerimonia sono scese in campo le squadre della categoria Giovanissimi della SS Maceratese 1922, Porto Recanati A.s.D. e Robur 1905 che hanno dato vita a un triangolare.

 

 

(18 aprile 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata