Pescara. Un architetto 66enne è la vittima dell’agguato del 1 agosto

Altre Notizie

Share

di Redazione Pescara

Un morto, un architetto 66enne, e un ferito grave, un 48enne, è il bilancio dell’agguato avvenuto a Pescara il 1° agosto attorno alle 19.30. Il tutto in un bar, all’ora dell’aperitivo, in una via tranquilla a poca distanza dal centro cittadino. A sparare un uomo in nero con casco integrale.

L’uomo ucciso si chiamava Walter Albi, 66 anni, e risulta essere iscritto all’albo degli architetti. Il ferito grave è Luca Cavallito, 48 anni, ex calciatore con precedenti penali, come riporta il Corriere. E’ solo l’ultimo di una serie di episodi di cronaca nera che hanno insanguinato la città negli ultimi mesi. Indagini sono in corso.
 

(2 agosto 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 

 



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: