Chiude il 29 novembre il ciclo di incontri: “Ogni diritto in meno è uno schiaffo in più”

Altre Notizie

condividi

di Redazione Ancona

Dopo l’appuntamento con la giornalista e scrittrice italo-siriana Asmae Dachan che ha inquadrato il tema “Siria: la guerra è femmina solo nel nome” che segue il filo rosso della situazione mediorientale dell’intera rassegna che, partendo dagli ossimori della guerra “spose bambine” e “bambini soldato”, ha tracciato il quadro della situazione siriana a più di dieci anni di un conflitto mai sopito con uno sguardo attento proprio sulla dimensione femminile, l’appuntamento del 29 novembre chiuderà la bella rassegna di incontri “Ogni diritto in meno è uno schiaffo in più” organizzato dal Comune di Ancona e AMAD (Associazione Multietnica Antirazzista Donne) presso Spazio Presente- Museo della Città.

Sarà Rosangela Pesenti dell’ UDI- Unione Donne in Italia dalle 17.30 a confrontarsi sulla sempre fragile condizione femminile nel mondo in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle Donne, in presenza di esperte, testimoni, ariste e attiviste.

Fino alle 20 del 29 novembre (sempre a Spazio Presente) si possono ammirare i pregevoli scatti dell’artista palestinese Nidaa Badwan esposti nella mostra “Sconfiggere il dolore con la bellezza”.

 

 

(28 novembre 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata