Todi, a Palazzo del Vignola quattro mostre di arte contemporanea con oltre 20 artisti presenti

Altre Notizie

Tunisia, non faremo la guardia di frontiera per altri paesi

Secondo il ministro le "Ong stanno manipolando la questione migratoria per gli interessi degli europei" [...]

Controlli congiunti delle forze di Polizia nei luoghi di divertimento

Controlli tra quartiere San Salvario, Piazza Santa Giulia, Piazza Vittorio Veneto e vie limitrofe [...]

La Polizia di Stato rinviene armi, divise e cocaina al “CEP”. Un arresto e una denuncia a piede libero

Nella mattina del 28 settembre, la Polizia di Stato ha arrestato in flagranza dei reati di detenzione abusiva di armi e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacente, un italiano, classe 1967 di origine lombarda, da tempo residente nel capoluogo ligure. A seguito di una serie di segnalazioni da parte della cittadinanza in merito […]

George Fisher Busalla. Reintegrato l’operaio licenziato

Un primo operaio reintegrato, il secondo ha scelto la conciliazione [...]

L’Azerbaijan ha di fatto cancellato il Nagorno-Karabakh

Sciolte tutte le istituzioni a partire dal 1° gennaio 2024 [...]

Medici Senza Frontiere in supporto delle persone in fuga dal Nagorno-Karabakh

A seguito dell’attacco che l’Azerbaigian ha lanciato contro diverse località del Nagorno-Karabakh, Medici Senza Frontiere (MSF) ha inviato un’équipe a Goris, in Armenia meridionale, nella provincia di Syunik per fornire supporto alle persone in fuga. Dopo aver subito per diversi mesi le conseguenze dell’assedio e nonostante ventiquattro ore dopo l’attacco sia stato annunciato il cessate il […]

Alika Ogorchukwu, ambulante ucciso a Civitanova Marche. 24 anni a Filippo Ferlazzo

"Ho avuto solo sei anni di sconto", è stata la reazione del Ferlazzo [...]

condividi

Sarà inaugurata sabato 2 settembre, alle ore 12.00, a Todi al palazzo del Vignola la mostra “Noi, Le Belle Lavanderine”, curata da Matteo Boetti che presenta opere di Stefano Arienti, Gianni Dessì, Giuseppe Gallo, Hooi Hwa Lim, Piero Pizzi Cannella.

Cinque artisti eterogenei per stile, storia e poetica – commenta il curatore Matteo Boetti – ma tutti storicizzati, musealizzati e di profilo internazionale. Dalla “Scuola di San Lorenzo” fino agli outsiders di Roma e Milano.

La mostra si unisce alle due già presenti a palazzo del Vignola dal 6 maggio scorso: Shapes Escapes and Landscapes con protagonisti Giancarlo Biagini, Silvia Cam- poresi e Salvo e Immagini dal torrione sotto tornio con opere di Alessandro Bazan, Marco Colazzo, Mario Consiglio, Daniele Galliano, Claudia Peill, Gioacchino Pontrelli e Andrea Salvino. Il prossimo 7 ottobre una quarta mostra verrà inaugurata a palazzo del Vignola: All Masters con opere di Alessandro Bazan, Alighiero Boetti, Maurizio Cannavacciuolo, Alberto Di Fabio, Miltos Manetas, Maurizio Mochetti, Andrea Nurcis, Donato Piccolo e Gioacchino Pontrelli. Le quattro esposizioni rimarranno aperte, nei fine settimana, fino al 2 dicembre 2023.

Sabato 2 settembre, in occasione dell’inaugurazione, sarà possibile visitare le mostre insieme al curatore Matteo Boetti e con gli artisti presenti.

 

 

(28 agosto 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: