Macerata Racconta alla decima edizione. Dal 30 giugno al 4 luglio

di Redazione, #Macerata

Dopo la pausa forzata della scorsa stagione, a causa della Pandemia COVID 19, dal 30 giugno al 4 luglio 2021, ritorna in presenza il festival letterario nazionale “Macerata Racconta” organizzato dell’associazione Contesto in collaborazione con il Comune di Macerata, con il sostegno della Regione Marche e con il patrocinio dell’Università di Macerata, della Camera di Commercio delle Marche e della Provincia di Macerata.

“È un piacere accogliere in città importanti scrittori, giornalisti ed editori con i quali quest’anno dibatteremo un tema di grande attualità quale quello de La Curaafferma il sindaco Sandro Parcaroli -. Macerata Racconta sottolinea l’importanza della letteratura e dell’editoria delle quali abbiamo eccellenti esempi in città anche a livello nazionale; gli appuntamenti permetteranno inoltre a Macerata di poter tornare a vivere in ogni suo angolo in un periodo di ripartenza sul quale stiamo puntando moltissimo».

La manifestazione, per la prima volta, si svolgerà in piena estate occupando spazi all’aperto nel cuore del centro storico cittadino: Galleria Scipione, Galleria Antichi Forni, Orto dei Pensatori e piazza Vittorio Veneto, che per l’occasione diventerà il BPER FORUM a voler sottolineare l’impegno e l’attenzione che l’istituto bancario rivolge verso il mondo della cultura e in particolare della lettura.

“L’Amministrazione comunale al fianco di Macerata Racconta, il festival letterario che quest’anno arriva ‘fuori stagione’ rispetto alla edizioni precedenti a causa dell’emergenza sanitaria. Ma non tutti i mali vengono per nuocere – afferma l’assessore agli Eventi Riccardo Sacchi – . Infatti, Macerata Racconta, con le sue proposte di primo ordine, arricchirà il calendario degli eventi maceratesi. Il festival, una manifestazione in grado di coniugare qualità e capacità di attrarre interesse e di suscitare riflessione. da dieci anni a questa parte è cresciuto, infatti, a livello esponenziale sia in termini di pubblico che di successo, rappresentando una vetrina d’eccezione per Macerata e un volano per la crescita turistica ed economica del nostro territorio”.

Durante la conferenza stampa l’assessore alla Cultura della Regione Marche Giorgia Latini si è collegata con l’auditorium della Mozzi Borgetti per portare il suo saluto ai presenti. “La rassegna Macerata Racconta mette in evidenza tante storie dei nostri territori con approfondimenti di altissima qualità. La Regione Marche punta molto sul racconto delle identità per farle conoscere anche al di fuori del nostro territorio. Iniziamo un percorso di apertura dopo tanti sacrifici e torniamo, grazie a questa manifestazione, a confrontarci dal vivo. Ringrazio per questo l’associazione Contesto e il Comune che ha messo a disposizione luoghi e strutture. Auguro a tutti il miglior successo, la Regione è al vostro fianco”.

Il programma prevede più di 20 appuntamenti tra incontri letterari, spettacoli, mostre e laboratori con prestigiosi ospiti tra i quali Riccardo Iacona, Edoardo Camurri, Stefano Mancuso, Daniela Raimondi, Nicola Lagioia, Loredana Lipperini, Gino Castaldo, Dario Fabbri, Alberto Mattioli, Franco Arminio, Aldo Nove, Stefano Ricci e UochiToki

Questa decima edizione segna un traguardo importante per la kermesse letteraria che in questi anni ha portato a Macerata centinaia di ospiti e offerto occasioni di confronto, riflessione e dibattito su tanti temi di stringente attualità. Quello scelto dall’Associazione CONTESTO per il 2021 è: “La Cura” che, come spiega il direttore artistico Giorgio Pietrani “è un concetto impegnativo, ascrivibile a diversi ambiti teorici e pratici, e implica la necessità incessante di rapportarsi a un insieme complesso di caratteristiche che ci determinano come individui: la fragilità e la vulnerabilità innanzi tutto, ma anche la responsabilità e il rispetto e di certo la competenza e la diligenza. Il valore intrinseco che si esprime nell’atto del prendersi cura o avere cura, di qualcuno o qualcosa o semplicemente di noi stessi, è quello rappresentato dalla volontà di rendere il nostro mondo di riferimento, fatto di corpi, relazioni e ambiente, un luogo ideale dove poter vivere in armonia e nel miglior modo possibile”.

Il calendario allestito dagli organizzatori prevede alcuni appuntamenti speciali frutto anche della collaborazione con altri importanti festival del territorio quali: Macerata Opera Festival, Ratatà Festival, Overtime Festival, La Punta della Lingua e Festival KA – Nuovo Immaginario Migrante. Il programma completo si trova nel sito www.macerataracconta.it insieme alle informazioni utili per le prenotazioni dei posti dove previste.


IL PREMIO STREGA APPRODA A MACERATA
Il 3 luglio ci sarà un evento speciale. Il festival ospiterà per la prima volta il PREMIO STREGA che porterà la cinquina finalista in città nell’ultima tappa prima della proclamazione del vincitore o della vincitrice dell’edizione 2021 prevista a Roma l’ 8 luglio .


IL CENTENARIO DELLA STAGIONE LIRICA DI MACERATA
Il festival chiuderà il 4 luglio con un evento realizzato in collaborazione con l’Associazione Sferisterio e il Macerata Opera Festival dedicato al centenario della stagione lirica di Macerata. Ad accomodarsi sul palco saranno Il giornalista e critico letterario Alberto Mattioli, autore di “pazzo per l’Opera”, Barbara Minghetti – direttrice artistica del MOF – e Francesco Lanzillotta – direttore musicale del MOF -. L’incontro sarà arricchito dagli interventi della pianista Cesarina Compagnoni e della soprano MaritinaTampakopulos.


UN TALK IMPOSSIBILE
Un evento unico, appositamente pensato per il festival, è quello curato da Michele De Mieri e realizzato da Edoardo Camurri e Pietro Del Soldà. Il 1 luglio alle 21,15, ricalcando il format della loro trasmissione radiofonica “Tutta l’umanità ne parla” – in onda tutte le domeniche su Rai Radio 3 – si svolgerà un talk impossibile tra Padre Matteo Ricci, Giacomo Leopardi, Dolores Prato e Mario Dondero sul tema metaforico del viaggio. I conduttori si avvarranno per l’occasione di ospiti a sorpresa.


L’INFERNO DELLA PANDEMIA
Non poteva mancare in un festival dedicato alla Cura un incontro che parlasse della Pandemia ancora in corso. Questo compito è affidato a uno dei migliori cronisti italiani Riccardo Iacona, autore e conduttore di Rai 3 del programma televisivo di inchiesta “Presa Diretta”. Il 2 luglio alle 21,15 l’autore, intervistato da Loredana Lipperini, parlerà del suo ultimo libro “Mai più eroi in corsia” nel quale ci porta dentro l’inferno della Pandemia, con le sue vittime e i suoi eroi, per capire cosa è successo e come evitare che si possa ripetere.


MACERATA CITTA` EUROPEA DELLO SPORT 2022
Nel 2022 Macerata sarà città europea dello sport e per omaggiare questo prestigioso riconoscimento, uno degli appuntamenti del 1 luglio, organizzato in collaborazione con Overtime festival, è con il giornalista sportivo Leo Turrini e la meravigliosa storia delle figurine Panini.


LE PERFORMANCE ARTISTICHE
Nei giorni 1,2,3 luglio sono previsti in seconda serata – ore 21,45 – 3 eventi performativi che uniscono diversi linguaggi artistici.

Il 1 luglio l’artista di fama internazionale Stefano Ricci, accompagnato al pianoforte da Emilio Varrà, si esibiranno con un originale dialogo tra disegno dal vivo e musica ispirato all’eterno lavorio della risacca. L’evento è nato tra la proficua collaborazione di diversi festival: i maceratesi Macerata Racconta e Ratatà Festival e gli anconetani Festival KA – Nuovo Immaginario Migrante e La punta della Lingua.

Il 2 luglio, sempre con la collaborazione del festival La punta della Lingua, si esibiranno gli UochiToki, importante duo di artisti piemontesi che si sfideranno in un ipotetico duello a colpi di immagini e sonorità elettroniche.

Il 3 luglio Francesca Rossi Brunori porta in scena il suo nuovo monologo, di cui è autrice e interprete, che trae ispirazione da “Alice nel paese delle meraviglie”, per parlare in realtà di violenza di genere.


INCONTRI PER I PIU` PICCOLI
La ricca proposta culturale del festival non si limita al mondo degli adulti, ma come ogni anno offre alcuni appuntamenti dedicati ai più piccoli, organizzati in stretta collaborazione con il “Museo della Scuola Paolo e Ornella Ricca” diretto dal Prof. Fabio Targhetta

Saranno 4 gli eventi dedicati alle famiglie e ai bambini che comprendono i laboratori e le letture realizzate presso le librerie: Bottega del libro e  BibidiBobidi Book, l’ormai immancabile “Notte dei racconti” con Simone Maretti che narrerà “La famosa invasione degli orsi in Sicilia” di Dino Buzzati, il racconto interattivo delle cose con Lucia De Luca e infine la speciale favola Tarabaralla, musicata dal vivo, realizzata dalla casa editrice milanese Chartusia che, grazie al progetto BPER per la lettura, regalerà un libro a tutti i partecipanti.


FORMAZIONE PROFESSIONALE
Gli incontri proposti durante il festival rappresentano anche uno strumento utile per la dididattica infatti, dato l’alto valore culturale e professionale, alcuni di questi eventi sono stat I accreditati dal “Museo della Scuola Paolo e Ornella Ricca” dell’Università di Macerata come incontri validi per la formazione professionale per insegnanti ed educatori, con il rilascio di un attestato di credito formativo. Per conoscere gli eventi accreditati consultare il programma o il sito della manifestazione nell’apposita sezione.


ESPOSIZIONI
Infine ci sarà spazio anche per le esposizioni che avranno luogo presso la Galleria Antichi Forni e saranno accessibili dal 30 giugno al 4 luglio. La galleria sarà divisa in tre ambienti che ospiteranno rispettivamente: la proiezione a ciclo continuo delle video poesie dello Zebra Poetry Film Festival di Berlino a cura del festival “La punta della lingua”, una mostra fotografica dedicata alla storia di Macerata Racconta a cura dell’associazione Distilleria Fotografica e la mostra “Il tempo, La Storia, Le Nostre Storie”, la Carta Costituzionale illustrata dai bambini e dai loro nonni a cura di SPI CGIL, AUSER e ANPI della provincia di Macerata.

Come di consueto tutti gli incontri del festival sono gratuiti, ma in ottemperanza alle norme sul contenimento del contagio da Coronavirus, per alcuni eventi è richiesta la prenotazione obbligatoria che si potrà effettuare on line tramite il sito www.macerataracconta.it , accedendo alle singole schede degli incontri. Per gli eventi invece che non necessitano di prenotazione l’accesso sarà consentito fino ad esaurimento dei posti disponibili.


PILLOLE
Gli altri appuntamenti che si snodano nei 5 giorni del festival tratteranno il tema del festival affrontandolo da diversi punti di vista.

Ad aprire il 30 Giugno saranno due incontri di cui il primo – ore 18,30 –  con Lucia Paciaroni e Agostino Regnicoli – per la casa editrice EUM – nel quale si parlerà di territorio con un particolare riferimento alle memorie scolastiche e all’uso del dialetto. A seguire – alle 21,15 – la prima dei tanti ospiti nazionali, Daniela Raimondi, autrice di uno dei maggiori successi editoriali italiani della scorsa stagione, ovvero “La Casa sull’argine” – edito da Editrice Nord – in cui racconta le epiche vicende di una famiglia che attraversano gli ultimi due secoli di storia italiana.

Il 1 luglio si inizia alle 17,30 con Dario Fabbri, noto redattore della rivista di geopolitica Limes, che analizzerà i nuovi scenari internazionali con un particolare riferimento all’America dopo Trump e alla “cura” Biden. Si prosegue alle 18,30 con il giornalista sportivo Leo Turrini e la storia della famiglia Panini e delle figurine. In serata, alle 21,15, Edoardo Camurri,  Pietro Del Soldà e Michele De Mieri con il talk impossibile tra Padre Matteo Ricci, Giacomo Leopardi, Dolores Prato e Mario Dondero. La giornata si concluderà alle 21,45 con la performance artistica del duo piemontese UochiToki.

Il 2 luglio alle 17,30 l’attrice e autrice Isabella Carloni presenta “Le Irriverenti”, un libro su quattro figure femminili emblematiche del suo percorso artistico in palcoscenico. L’ evento è realizzato in collaborazione con il Consiglio delle donne del Comune di Macerata. Alle 17,45 il primo appuntamento per bambini con Lucia De Luca e “Il racconto delle cose”, una narrazione interattiva che coinvolgerà attivamente i piccoli partecipanti. Il pomeriggio prosegue alle 18,30 con Franco Arminio, poeta e paesologo che da anni viaggia e scrive in cerca di meraviglia e in difesa dei piccoli paesi. Alle 21,15 uno degli appuntamenti più attesi, quello con il giornalista Riccardo Iacona, uno dei migliori cronisti italiani, che ci porta dentro l’inferno della Pandemia, con le sue vittime e i suoi eroi, per capire cosa è successo e come evitare si possa ripetere. A chiusura della giornata ci sarà la performance di live painting e musica con l’artista di fama internazionale Stefano Ricci per l’occasione accompagnato al piano da Emilio Varrà.

Il 3 luglio apre la giornata alle 17,30 la presentazione del terzo volume dell’antologia Marche d’Autore, curata da Jonathan Arpetti e Davide Miliozzi e dedicata a “I Nutrimenti”, contenente la raccolta di racconti e poesie di 100 autori marchigiani. Sempre alle 17,30 il secondo appuntamento per bambini che coinvolge le librerie del centro storico in attività laboratoriali e letture. Alle 18,00 lo scrittore Aldo Nove presenta il suo ultimo libro dedicato a Franco Battiato, un maestro che con la sua opera ha tracciato un segno indelebile nel panorama musicale e poetico contemporaneo. L’incontro è realizzato in collaborazione con il festival “La punta della lingua”. Alle 18,30 l’evento speciale di questo festival quello con Il Premio Strega e la presentazione dei cinque autori e autrici finalisti del più prestigioso premio letterario italiano. In prima serata, alle 21,15, si racconterà l’Italia attraverso la sua musica con Gino Castaldo, uno tra i maggiori giornalisti e critici musicali in circolazione, il quale con l’ausilio di video e canzoni, ripercorrerà un periodo fondamentale per la musica italiana, quello che parte da fine anni ‘50 e arriva alle soglie del 2000. L’ultimo appuntamento sarà quello delle 22,00 con il nuovo monologo di Francesca Rossi Brunori, “Alice in the box”.

Il 4 luglio il primo appuntamento è alle 17,00 con Nicola Lagioia e Loredana Lipperini in un doppia presentazione sul tema ‘cronaca e immaginazione’, quando la letteratura trae spunto da una storia vera. A presentare  i due autori e i loro rispettivi libri  – La città dei Vivi (Einaudi) e La notte si avvicina (Bompiani) – sarà Marco Pautasso: Vice direttore del Salone Internazionale del libro di Torino. Alle 18,00 il terzo appuntamento per bambini con la favola musicata Tarabaralla edita da Chartusia. Chiude il pomeriggio alle 18,45 l’atteso intervento di Stefano Mancuso, scienziato di prestigio mondiale che ci porta nel regno vegetale per prendere esempio e immaginare un futuro migliore per l’umanità. Alle 21 invece è il momento della Notte dei Racconti, immancabile appuntamento per bambini e adulti, con Simone Maretti. Chiuderà il festival alle 21,15 l’evento pensato in occasione del centenario della stagione lirica di Macerata con Alberto Mattioli, autore di “Pazzo per l’opera” che dialogherà con Barbara Minghetti e Francesco Lanzillotta.

 

(15 giugno 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 

 




POTREBBERO INTERESSARTI

SEGUITECI

4,518FansMi piace
2,368FollowerSegui
119IscrittiIscriviti
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: