PubblicitàPetShopStore 2023 Promo
7.4 C
Ancona
11 C
Roma
Pubblicità
Pubblicità
HomeCopertinaArresti in tutta la Russia di manifestanti pro-Navalny, qualcuno lo dica a...

Arresti in tutta la Russia di manifestanti pro-Navalny, qualcuno lo dica a Crippa e al Sindaco di Foligno

GAIAITALIA.COM CENTROITALIA anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Nonostante la morte di Aleksej Navalny, a Foligno con il patrocinio della giunta leghista il cui vicesegretario Crippa ha elaborato il suo arguto giudizio sulla questione Navalny dando, in soldoni, dei “giustizialisti” al PD, troverà ospitalità in nome del garantismo pro-Putin che fa tanto leghismo doc il film Il Testimone film finanziato dal governo Putin che racconta la disavventura di un violinista belga, che in viaggio per Kyiv si ritrova nel mezzo di un inferno di crimini di guerra ad opera dei soldati ucraini che hanno come bibbia il Mein Kampf.

Tra torture e magliette che inneggiano ad Hitler gli ucraini vengono raccontati come gentaglia impegnata a torturare e uccidere i loro stessi connazionali. Si chiama propaganda di Stato, come quello di Navalny potrebbe essere identificato come omicidio di Stato, con l’augusto permesso di Crippa; quello stato che non ha esitato a invadere un paese democratico e sovrano con l’intento di “denazificarlo”. Francamente non si capisce come si potrebbe essere più dittatori di così. Toccherà chiedere lumi alla giunta a guida leghista che patrocina la proiezione e la programma all’interno del palazzo di proprietà comunale arredato con poltrone rosse.

Il giorno in cui Salvini ebbe un violento colpo di tosse in Polonia

E subito dopo la morte di Aleksej Navalny, tocca chiudere con una battuta, qualcuno dovrebbe dire a Crippa, e magari anche al Sindaco di Foligno, che nelle ultime ore le guardie di Putin hanno arrestato in tutta la Russia decine di persone che manifestavano pro-Navalny o semplicemente esprimevano il loro dolore (e dissenso) per la sua morte sono state arrestate anche se hanno semplicemente deposto fiori. Lo annuncia l’ong OVD-Info il cui sito, in cirillico – gli scienziati in forza alla Lega di Salvini tradurranno alla prima occhiata e la lingua non sarà un problema – un countdown comunica in tempo reale il numero di arresti. Mentre scriviamo siamo a 133 arresti. Arresti che avvengono da Mosca a San Pietroburgo perché dire le cose come stanno in Russia, come in casa leghista, è una cosa da fare con cautela.

 

(17 febbraio 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata